RISTRUTTURAZIONE RUSTICO IN TRAREGO (VCO)
(giugno 2013)

Il progetto prevede la sistemazione di un rustico sito in Trarego, collocato sulla sponda ovest del Lago Maggiore, in una zona dalla vista panoramica privilegiata, poco distante dal centro abitato di Cannero Riviera. Al conferimento dell'incarico l'immobile, realizzato interamente in pietra, si presentava in uno stato di abbandono, con la copertura parzialmente crollata e gli interni fatiscenti. L'intervento prevede la ristrutturazione dell'intero immobile: rifacimento della copertura e del solaio interno e realizzazione di nuove aperture sui prospetti esistenti (in aderenza alle nuove esigenze dettate dalla ridistribuzione degli ambienti interni). A seguito di un'attenta analisi, le murature in sasso (aventi spessore medio di circa sessanta centimetri) risultavano in buone condizioni e le bucature esistenti rispondevano al carattere materico-strutturale dell'edificio, il quale non permetteva grandi vuoti per motivi di statica. Il volume dell'abitazione è di due piani, di cui il primo risulta parzialmente contro terra a nord e libero da impedimenti visivi a sud (in corrispondenza della vista del Lago). Preso atto del carattere dell'immobile si è deciso di operare conservando la sagoma e la volumetria dell'edificio esistente, andando a sostituire la copertura (si mantiene la stessa imposta delle travi esistenti) e modificando le finestre presenti in modo da "aprire" gli ambienti interni verso il Lago. Quindi, nell'ottica della sostenibilità ambientale si è ritenuto conveniente ampliare le aperture verso sud (che fortunatamente coincide con la vista verso il Lago) in modo da aumentare l'apporto energetico solare diretto durante il periodo invernale. Per quanto riguarda la ridefinizione degli spazi interni, si è cercato di mantenere la struttura esistente il più intatta possibile, inserendo una scala in legno nel cuore dell'edificio in modo da poter distribuire i due locali giorno al piano terra ed i due locali notte al primo piano. La sagoma del solaio interno arretra, rispetto alla parete finestrata, generando un vuoto a doppia altezza. In fine, il tetto realizzato con travi in legno a vista) ed il manto di copertura realizzato in pietra a basso spessore, risultano essere il coronamento di questa casa isolata posta tra cielo e terra.